Emilia Clarke racconta il suo dramma: ho visto la morte in faccia ma ora voglio raccontarlo

“Proprio quando i miei sogni d’infanzia sembravano diventare realtà, ho quasi perso la testa e la vita.”

La star di “Game of Thrones” Emilia Clarke ha appena rivelato di aver sofferto di due aneurismi al cervello che hanno richiesto chirurgia cerebrale invasiva, tutto durante le riprese della serie fantasy.

Tutto è iniziato quando, nel 2011, è stata molto male durante un allenamento in palestra. Dopo aver vomitato ed essere quasi svenuta l’ambulanza l’ha portata d’urgenza in ospedale dove le è stato diagniosticata una emorragia subaracnoidea, causata dal sanguinamento dello spazio che circonda il cervello.

Negli anni successivi ha alternato pesanti interventi di chirurgia, molto rischiosi, alle riprese della fortunata serie tv, riuscendo a tenere nascosto tutto. Nel 2013 Clarke ha trascorso un mese in ospedale, in riabilitazione. “Sei settimane dopo l’intervento, il National Enquirer ha pubblicato una breve storia: un reporter mi ha intervistata e io ho negato”, ha detto. “Ma ora, dopo aver mantenuto il silenzio per tutti questi anni, sto dicendo tutta la verità.”

“C’è qualcosa di gratificante nel giungere alla fine di GOT. Sono così felice di essere qui per vedere la fine di questa storia e l’inizio di ciò che verrà dopo.”

Sandro Erba



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*