Nba, parola a Mamoli: sorpreso da Doncic ma non credo che Lebron possa fare l’ennesima impresa…

Chi si aspettava l’ennesimo miracolo sportivo di Lebron James probabilmente resterà deluso. Chi, invece, non immaginava un impatto così devastante dello sloveno Luka Doncic dovrà ricredersi. Una stagione, quella in corso, il cui finale sembra già scritto. Golden State, ultra favorita per la vittoria finale, può perdere il titolo solamente facendo un clamoroso harakiri, anche perché, ad oggi, non ci sembra d’intravedere chi possa contendere il successo alla Baia. Di questo e altro ne abbiamo parlato con Alessandro Mamoli, giornalista sportivo esperto di Nba e pallacanestro.

Si è appena concluso l’All Star weekend e la Regular Season entra nel vivo. Possiamo aspettarci qualche sorpresa oppure sono già definiti gli scontri playoff?

Ciao, ragazzi, come va? Qualche sorpresa non è impossibile, dobbiamo vedere come le squadre si ritroveranno ai playoff. Se ci sono giocatori infortunati, alcuni fuori forma e tanti altri fattori che ben conosciamo. Poi è solo una questione di accoppiamenti, non basta solo la testa di serie per giustificare le forze.

L’Eastern Conference è molto equilibrata e la Western Conference presenta squadre rinnovate e ben costruite. Pensi che ai playoff ci sarà competizione o possiamo già assegnare l’anello agli Warriors?

Se gli Warriors nei playoff saranno i veri Warriors fatico a vedere una squadra capace di batterli. Anche se, questo va detto, nelle ultime due stagioni Golden State ha mostrato di soffrire i Rockets.

I Lakers sono decimi nella W.C.. Il rischio di non vedere Lebron ai playoff è concreto. “The Chosen One” compirà l’ennesima impresa?

A questo punto della stagione dubito fortemente possa riuscire nell’impresa di portare i gialloviola ai playoff. E’ dura, realmente dura.

Capitolo Doncic, ti aspettavi questo impatto così forte nel mondo NBA?

Così bene onestamente no. Ma la squadra in cui è andato a giocare, l’allenatore, l’ambiente e i compagni hanno semplificato il suo passaggio al mondo NBA. Qui siamo di fronte al classico predestinato, avrebbe fatto bene anche altrove ma cominciare a Dallas è stato un colpo di fortuna.

L’estate 2019 sarà una delle più “ calde” in ottica free-agent: Davis, Durant, Irving, Leonard solo per citarne alcuni. Credi che la prossima stagione vedremo molti super-team con 3 o + star?

Credo e spero che i giocatori che hai citato possano finire in squadre diverse. Ma comincia tutto da Golden State, se Durant e/o Thompson decidono di guardarsi attorno e andare altrove, di conseguenza si muoverà il resto della NBA. Restiamo alla finestra.

E’ stato confermato il sequel di Space Jam. Credi che la figura di Lebron si avvicini ancora di più a quella di Jordan?

Da un punto di vista sociale, impatto sulla generazione che ha vissuto LeBron, direi proprio di sì. James muove attenzioni fuori dal campo come solo Jordan è riuscito a fare. In campo è un’altra storia. 

Lorenzo Milella
Informazioni su Lorenzo Milella 56 Articoli
Collaboratore T&M Sport | Basket

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*