Addio Tommy, il cane eroe del terremoto di L’Aquila

Aveva salvato 3 persone e un gatto

Si chiamava Tommy ed era uno dei cani – eroi soccorritori della compagine dei Vigili del Fuoco di Lecce. Poche ore prima del 6 aprile 2019, il labrador si è spento nella casa dove abitava insieme al suo padrone Giampiero Pepe. Tommy aveva contribuito a salvare tre persone, sepolte sotto le macerie nel crollo delle loro abitazioni durante il terremoto che ha colpito la città di L’Aquila e l’Abruzzo intero. Insieme al suo conduttore, Pepe, aveva partecipato anche alle operazioni di soccorso a seguito delle scosse del Centro Italia nel 2016.

Aveva ricevuto anche un premio dal Presidente Napolitano

Grazie alle sue doti straordinarie era stato insignito nel 2010 del Premio Nazionale «Cani con le stellette» dall’allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano «per le vite salvata dalle macerie post terremoto nel Centro Italia».

Purtroppo, Tommy, il primo cane da ricerca e soccorso del Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Lecce ci ha lasciato. Abbiamo perso un valido e coraggioso collega”, è stato il messaggio di cordoglio pubblicato su Facebook da Conapo, il sindacato autonomo vigili del fuoco. “Solo così – hanno scritto invece i colleghi salentini in una nota – si può instaurare quel rapporto che fa emergere al tempo stesso le migliori capacità dell’uomo e dell’animale e grazie a cui si può garantire il massimo impegno nel ritrovamento dei dispersi nelle più complesse situazioni di calamità naturale quali terremoti, alluvioni, crolli ed esplosioni. Ciao Tommy, anche da Lassù continua a lavorare per noi”.

Foto di Sostenitori.Info

Antonella Valente
Informazioni su Antonella Valente 142 Articoli
GiornalistaT&M Giornalista Pubblicista | Dottoressa in Giurisprudenza Teatro | Cinema | Cultura

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*