Politica

La politica va in ferie… alla faccia della crisi!

La spiaggia di Santa Monica, California, osservata dal pontile

La spiaggia di Santa Monica, California, osservata dal pontileTutti hanno bisogno di riposo dopo un anno di lavoro intenso. L’ufficio ci ha mangiati il cervello e bisogna staccare per rigenerarlo. Ditelo però a quegli operai cassaintegrati che devono vedersela con il budget familiare. Qualcuno dice che alla fine in vacanza ci vanno tutti, che le spiagge sono piene, che davanti ai ristoranti c’è la fila e che la crisi reale non c’è. Forse è vero, ma in parte. Bisogna vedere chi si mette in fila al ristorante, e a quale ristorante. Magari la fila c’è in pizzeria. Una cosa è certa, però: in vacanza ci vanno anche i politici. Sì, perché sono persone come le altre e come tutti hanno bisogno di riposo. Dopo tutte quelle leggi approvate, dopo tutti quei tasti premuti per dire sì o no, dopo tutti quei disegni (di legge) redatti, hanno bisogno di riposarsi. Ma quali sono le mete turistiche più gettonate quest’anno dai politici italiani? Trend e Moda ve le svela. Per il giusto riposo dei politici tutti nelle Baleari, a Formentera, oppure sulle spiagge di Malibù, su quelle italianizzate del Kenya, oppure a Saint Tropez, ma c’è anche chi si accontenta di Montecarlo e della Sardegna. Insomma, le mete pronte a ospitare i politici non mancano e, a quanto pare, neanche i soldi. Alla faccia della crisi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *