Politica

Nasce Dna, il nuovo partito di Ilona Staller e del suo “sexy avvocato”

Ormai abbiamo imparato a conoscerlo come il “sexy avvocato”, Luca Di Carlo, storico compagno dell’ex pornostar Ilona Staller, personaggio mediatico dai mille interessi, dai mille volti e protagonista di rotocalchi e gossip. I due hanno mantenuto la promessa e il loro progetto di fondare un partito politico è diventato realtà ed è pronto per correre alle prossime elezioni del 2013. Ci riprova dunque Cicciolina, forte della sua esperienza a Montecitorio, nel lontano 1987, quando fu eletta deputato con ventimila preferenze, seconda nelle liste del Partito Radicale solo a Marco Pannella. Stavolta vuole condividere l’esperienza con il suo compagno di vita e suo legale, Luca Di Carlo, col quale, nei giorni scorsi, ha sottoscritto davanti al notaio l’atto costitutivo e lo statuto di Dna, democrazia, natura e amore, questo il nome della nuova formazione politica, con una presidenza condivisa, che è già a caccia di consensi. Il programma elettorale sarà reso pubblico a breve ed è previsto anche un viaggio in camper per tutta la penisola per promuovere il nuovo partito, per illustrare i progetti e per ascoltare le esigenze dei cittadini in tempi di forti e rapidi cambiamenti socio economici, come quelli che stiamo vivendo ogni giorno. Hanno accettato di rispondere ad alcune domande per Trend&Moda i due presidenti di Dna e di seguito pubblichiamo quanto ci hanno detto per dare il via ad un progetto ambizioso e carico di responsabilità.

Signora Staller: i grandi partiti scaldano i motori in vista della prossima campagna elettorale per le politiche del 2013. A sorpresa arriva un nuovo partito fondato da una  ex pornostar, con una esperienza politica alle spalle, e dal suo storico compagno, il “sexy avvocato” Luca Di Carlo. Di cosa si tratta?

Il DNA è un partito ne di sinistra ne di destra ne di centro; è al di sopra, è un terzo stato all’interno dello stato per lo stato.

Avvocato Di Carlo: quale è il programma, per grandi linee, di questa formazione politica?

Considerato che l’Italia è una democrazia deve essere rappresentata in Parlamento democraticamente da ogni rappresentante di fascia sociale, pertanto vorremo che ci fossero il fabbro, il falegname, l’idraulico, il maestro, e perché no anche le prostitute che esercitano un’attività, e visto l’andazzo della politica non ci sarebbe nemmeno da scandalizzarsi.

Deve essere tolto tra le norme incriminatrici penali il reato di abuso edilizio compiuto in stato di necessità da chi non ha una casa perché la casa è un diritto inviolabile.

I senatori a vita vanno eliminati.

Vista la reale attività di prostituzione, formalmente gridata allo scandalo, ma sostanzialmente tollerata, nel programma DNA, anche la riapertura delle case chiuse e la creazione di un contratto collettivo nazionale con regolarizzazione e pagamento degli impositivi fiscali per le prestazioni lavorative sessuali e controlli sanitari contro la diffusione delle malattie sessualmente trasmissibili.

Signora Staller: le coalizioni di destra e di sinistra sembrano attraversare un periodo di difficoltà in termini politici, e il Paese è guidato da un governo tecnico che potrebbe fare il bis. Perché siamo in questa situazione?

Va preliminarmente precisato che il Governo attuale, poichè governo tecnico, dovrebbe percepire degli indennizzi mensili rapportati a tecnici, comunque, facendo la somma dei benefici che gli specialisti tecnici nominati hanno portato alla nostra nazione a me sembra che non si possa parlare propriamente di benefici si è passati in poco tempo dalla massacrante distruzione delle piccole medie grandi imprese, dell’artigianato, dell’agricoltura, al beneficio totale e totalitario delle grandi società di finanziamento, delle banche, tutto questo perché esiste una classe politica che ama riciclarsi.

Avvocato Di Carlo: l’idea di una dual president è una novità assoluta in Italia che incontra anche qualche ostacolo legislativo. Non sembra una scelta azzardata?

Dio ha fondato il Paradiso vi ha creato e messo l’uomo e la donna generatrici di vita nella fusione dei loro DNA, per lo stesso motivo e per simboleggiare le pari opportunità nel partito DNA abbiamo messo come presidenti l’uomo e la donna perché continuino ad essere generatrici di vita, resistendo alla distruzione della vita e dei suoi valori politici e sociali.

Per concludere, avvocato Di Carlo: molti politici in questi ultimi anni non hanno dato un buon esempio al Paese e spesso sono stati travolti oltre che da vicende giudiziarie legate ad episodi di corruzione anche da vicende sessuali penalmente rilevanti, cosa pensate a tal proposito?

Il buon esempio è un’utopia, di conseguenza il politico accentra l’attenzione mediatica sul di se, vuole essere il personaggio anche nella vita privata, nelle vicende bizzarre tra cronaca rosa e gossip tutto nell’interesse di natura privatistico. I politici invece dovrebbero spostare l’attenzione mediatica verso il popolo, il sociale. Il popolo è il personaggio da seguire negli stati d’animo nella coscienza sociale e nell’interesse di natura pubblicistica al fine di garantire l’uguaglianza, l’equa redistribuzione del reddito e garantire non solo un’ideale ma anche una reale vita dignitosa a tutta la gente che tu sia professore, notaio, ingegnere, dirigente; che tu sia contadino, fabbro o falegname, siamo tutti legati allo stesso destino “lavorare per vivere, per sopravvivere”.

Gianluca Rubeo

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *