Cinema Cultura Novità

Plebiscito Dogman, trionfa ai David Di Donatello come Miglior Film e fa incetta di statuette

Dogman Miglior Film David Di Donatello

Il film di Matteo Garrone Dogman vince il David Di Donatello 2019 come Miglior Film.

Un riscatto per una pellicola che è stata vicinissima ad essere candidata agli Oscar 2019 come Miglior Film Straniero.

La pellicola è il risultato di uno studio e approfondimento di una vicenda molto suggestiva.

La storia è quella di Pietro De Negri, detto er Canaro, proprietario di un negozio di toelettatura per cani alla Magliana. Nel febbraio del 1988, stanco delle continue vessazioni e umiliazioni subite per mano di Giancarlo Ricci – ex pugile e piccolo delinquente della periferia romana – De Negri rinchiuse Ricci in una gabbia per cani sul retro del suo negozio e lo uccise.


Agli investigatori e ai magistrati che lo interrogarono l’uomo raccontò di aver inflitto alla propria vittima una serie di indicibili torture prima di ammazzarlo. Dalle indagini emerse però che gran parte di quello che il Canaro aveva raccontato era frutto di fantasia e che le mutilazioni le avrebbe inflitte post mortem e non, come sosteneva De Negri, durante le fasi della tortura.

Per circa 12 anni Matteo Garrone ha studiato la storia del Canaro della Magliana, “partendo dalla realtà e trasformandola in una fiaba nera”: Dogman, Miglior Film 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *