Tanti auguri Francis Ford Coppola, il regista della trilogia del Padrino compie 80 anni

Il regista italo-americano spegne 80 candeline. I punti salienti della sua carriera:

Francis Ford Coppola è nato nel 1939 a Detroit, Michigan, ma è cresciuto a New York in una famiglia italo-americana; suo padre era un compositore e un musicista, mentre sua madre era un’attrice. Con alle spalle un ambiente creativo di questo livello, non poteva non subirne l’influenza. E per fortuna, perché ciò ha fatto sì che venisse stimolato e supportato nel migliore dei modi. Si è laureato alla Hofstra University e iniziò a lavorare facendo da assistente per Roger Corman, ricoprendo diversi ruoli come fonico, direttore dei dialoghi, produttore associato e come direttore in “Terrore alla 13ª ora” del 1963.

Durante i quattro anni successivi, Coppola avviò diverse collaborazioni come in “Parigi brucia?” (1966) e “Patton, generale d’acciaio” (1970), il film con cui vinse il Best Original Screenplay Academy Award. Nel 1969, lui e George Lucas avviarono una compagnia di produzione indipendente in San Francisco.

Il primo progetto della compagnia fu “L’uomo che fuggì dal futuro”(1971), prodotto da Coppola e diretto da Lucas. Il secondo film che uscì dalla loro casa di produzione fu “American Graffiti” del 1973 che, come nel precedente, fu diretto da Lucas e prodotto da Coppola. La pellicola prese 5 nomination agli Academy Awards, tra questi figura la nomination come Best Picture.

Nel 1971 arriva il film con il quale il regista si consacra: Il Padrino

E’ il film con l’incasso più alto nella storia del cinema. Inoltre vince l’Oscar con Oscar per la sceneggiatura scritta con Mario Puzo, vince anche il Best Picture Academy Award, ed inoltre Coppola fu nominato come il Best Director Oscar. Altro film che gli lo portò al successo fu La conversazione (1974), che gli valse il Golden Palm Award al Cannes Film Festival, e prese anche le nominations come Best Picture and Best Original Screenplay Oscar. Nello stesso anno uscì Il Padrino – Parte II, ebbe successo tanto quanto Il Padrino, vinse l’Academy Awards, Coppola si guadagnò 3 Oscars come produttore, direttore and scrittore.

Nel 1979 viene produce il film più ambizioso della sua carriera: Apocalypse Now

La pellicola gli vale il Golden Palm Award al Cannes Film Festival, e due Academy Awards. Inoltre, sempre nel ’79, Coppola fu il produttore esecutivo di Black Stallion.

L’anno successivo con George Lucas, Coppola fu il produttore esecutivo di Kagemusha – L’ombra del guerriero diretto da Akira Kurosawa; produsse anche Mishima: Una vita in quattro capitoli (1985), diretto da Paul Schrader, un film basato sulla vita e sugli scritti di Yukio Mishima.
Altri film di cui coppola fu il produttore esecutivo sono:

Altri film come produttore esecutivo:

“60 minuti per Danny Masters” (1982), “Hammett: indagine a Chinatown” (1982) “Il ritorno di Black Stallion” (1983), “Barfly – Moscone da bar” (1987), “Wind – più forte del vento” (1992), “Il giardino segreto” (1993).

Piccola curiosità: Nicolas Cage, nome d’arte di Nicola Coppola, non è altro che suo nipote, il quale è diventato l’attore che tutti conosciamo grazie al suo fondamentale aiuto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*