Pensieri e parole: quando a ricordare De André sono le pagine di un libro. Ecco i più amati

Ci sono tanti modi per ricordare un artista che è venuto a mancare troppo presto: ascoltare le sue canzoni, rivedere le sue interviste, sentire i racconti della moglie tanto amata. Ma c’è anche un altro modo per celebrare e se possibile, conoscere meglio, un grandissimo cantautore come Fabrizio De Andrè.

I libri a lui dedicati o scritti di suo pugno sono tantissimi e, quindi, ho cercato di scegliere quelli più rappresentativi, più emozionanti, più esplicativi di un uomo che ha rappresentato una generazione e che sapeva cantare così bene i sentimenti non solo d’amore, ma di un’epoca inter. De André ha lasciato un grande vuoto, donandoci, però, un vero patrimonio.

Iniziamo con “Fabrizio De Andrè – Il canzoniere” edito da Volontè &C, uscito dieci anni fa fortemente voluto dalla Fondazione De Andrè, raccoglie le composizioni di Faber,i testi e anche gli accordi,i brani sono elencati in album e 45 giri, vanno dal 1967 al 1996,vi sono anche molte fotografie del cantautore,scattate durante i suoi concerti, tantissimi,un volume prezioso.

C’è poi un libro uscito lo scorso anno del giornalista Federico Pistone, “Tutto De Andrè.Il racconto di 131 canzoni” edito da Arcana, in cui l’autore ripercorre tutte le canzoni del cantautore genovese che sono appunto 131 più gli inediti postumi. Di ogni brano racconta la nascita, il testo,i segreti, le testimonianze legate ai brani stessi, ne viene fuori un volume di 131 capitoli come le canzoni,in cui vi sono anche schede dettagliate,le stelline che vanno da 1 a 5 .Un libro prezioso per ricordare ma anche per far conoscere alle nuove generazioni un immenso artista.

Lui, io , noi” di Dori Ghezzi,Giordano Meacci e Francesca Serafini edito da Einaudi, è uscito lo scorso anno e ci avvicina tantissimo al Fabrizio De Andrè uomo,marito, padre,perché per la prima volta la sua compagna di vita Dori Ghezzi, ci racconta della loro vita insieme, dal primo incontro alla nascita della figlia Luvi,la quotidianità in Gallura,una storia di amore e famiglia che si intreccia con gli avvenimenti del momento italiano,ma è soprattutto il racconto di un grande amore, da leggere assolutamente.

L’ultimo libro che vi suggerisco è uscito lo scorso Novembre,”Anche le parole sono nomadi: i vinti e i futuri vincitori cantati da Fabrizio De Andrè nei testi delle canzoni e nei suoi interventi in pubblico” di Fondazione Fabrizio De Andrè Onlus,edito da Chiarelettere,un libro da leggere da soli o anche con gli amici,per scoprire e conoscere bene Faber,che raccoglie più di quaranta canzoni che seguono un percorso,voluto dalla Fondazione De Andrè, in cui le storie, i testi sono raccontati e spiegati per riflettere sui temi che toccava,il suo sguardo sul mondo,dagli emarginati alla libertà,dall’anarchia alla guerra.Le canzoni sono accompagnate dalle riflessioni del cantautore,un libro prezioso e c’è anche la testimonianza della sua amata Dori Ghezzi e la postfazione ha la firma di Erri De Luca.Il volume è uscito per celebrare i ventennale della morte del cantautore ed è stato presentato a Milano appena pubblicato e Dori Ghezzi ha raccontato molto anche in quella occasione.

I libri che vi ho segnalato spero vi piacciano,ce ne sono tantissimi, non me ne vogliate se non lo ho citati tutti. Oggi tutti ricordano Fabrizio De Andrè,ma c’è un raduno particolare molto bello ogni anno a Piazza Duomo a Milano,dove si ritrovano tante persone e per tutto il pomeriggio cantano le canzoni di Faber, il patrimonio più grande che potesse lasciarci.

 

Roberta Maiolini
Informazioni su Roberta Maiolini 274 Articoli
Musica | Televisione | Società
Radio | Cultura

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*