Tendenze

Moda uomo, Gucci: playboy mediterraneo colorato in seta

Milano. Un playboy colorato, anche in pantaloni foulard, genere mediterraneo chic, un tipo very Gucci con mocassini siglati 1953, anno in cui Aldo, quello dei fratelli che andò a curare il business negli Usa, pensò di piazzare il morsetto sulla classica scarpa college. Frida Giannini, direttore creativo del marchio fiorentino (controllato dal polo francese Ppr), per la prossima estate ha in mente una silhouette asciutta e sartoriale ma a tinte forti, verde e blu, giallo, arancio e rosso. Ha recuperato un borsone vintage (in realtà è un porta-scarpe) degli Anni 60 che nemmeno era conservato in archivio, realizzato in un tessuto canvas a righe baiadera. È stata una bella scoperta, una sorpresa che le ha dato lo spunto per i colori della collezione, forti ma anche ’scaricatì, vissuti. Non c’è un personaggio di riferimento stavolta, piuttosto uno stile di vita, lussuoso ma reale. I modelli hanno i capelli a posto, ma riavviati con le mani, tutto è costruito in modo da valorizzare la naturalità. Anche quella dei materiali: lino e seta, ma anche tela di canvas lavata per dare ai completi, pistacchio o corallo, una mano più vellutata. La giacca sciancrata più nuova è in tessuto di rafia aragosta, stesso materiale vegetale per la righina che percorre di segni verticali l’abito celeste. Il messaggio è molto estivo e solare anche quando sfilano i trench-coat con martingala, perchè il colore forte fa la differenza. È una moda mediterranea, con doppiopetto zafferano e camicia a bomber, polo di maglia traforata e giubbino bianco effetto vela, cardigan e pantaloni coordinati in arancione spento, abiti completi in jersey cravatteria, maglioni ricamati e pantaloni corti con piega stirata. Ma soprattutto si fa notare una nuova fantasia di stampa che mescola elementi floreali stilizzati con cinghie e morsetti tipici della maison. L’effetto, sulla sfondo bianco di tessuti foulard, resta maschile ma giovanile: Frida ne ha approfittato per farne dei pantaloni pijama e delle camicie, anche a tunica, senza bottoni, da infilare come un pullover, da mettere facilmente nel nuovo borsone da weekend in tela baiadera. A dare ritmo a tutta la sfilata, la musica anni 70 del gruppo inglese Led Zeppelin, con A Whole Lot of Love, nelle versione remixata degli americani Zed Leppelin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *