HiTech News

MegaUpload ritorna sotto un altro nome: Mega

Sembrano lontani i tempi in cui i file si uppavano tranquillamente in quei siti che permettevano la condivisione e il download di essi. Il 19 gennaio 2012 però l’archivio più imponente del web, MegaUpload, viene chiuso dall’FBI accusandolo di pirateria, con conseguente arresto del fondatore. Dalla chiusura di quest’ultimo molti siti di file sharing hanno cambiato politica prevenendo un qualsiasi intervento delle autorità giudiziarie.

Il creatore di MegaUpload, MegaVideo, Megarotic, ecc.., Kim Dotcom è stato rilasciato su cauzione dopo poco più di un mese dall’arresto e non appena tornato in libertà si è messo a lavoro per rimpiazzare i vecchi siti web ormai sotto sequestro.

Torna a distanza di un anno con un nuovo servizio di storage che sarà disponibile tra meno di 4 ore e si chiamerà Mega. Esso prevede uno storage di 50GB per ogni utente registrato e una maggiore sicurezza rispetto ai siti precedenti.
I file caricati saranno criptati singolarmente e i server non saranno concentrati in un’unica località ma in vari stati.

Sicuramente è un offerta molto allentante dato che i maggiori servizi che al momento girano sul web ci offrono 2, 4 o al massimo 7 GB.

E tu come preferisci condividere i tuoi file?

Link al countdown: http://kim.com/app.php

Antonino Marano 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *