Achille Lauro: “Ho voluto creare un disco personale e sperimentale, che rappresentasse un pezzo di me”

Oggi a mezzanotte è uscito “ 1969” il nuovo album di Achille Lauro, che cavalca l’onda del successo del brano “ Rolls Royce” e introduce nuovi elementi molto interessanti. I brani sono 10:
Rolls Royce”; “C’est la vie”; “Cadillac”; “Je t’aime” (feat. Coez); “Zucchero”; “1969”; “Roma” (feat. Simon P); “Sexy Ugly”; “Delinquente”; “Scusa”

Trend&Moda era presente alla presentazione dell’album, dove Achille Lauro è tornato anche a parlare delle critiche ricevute post- Sanremo sul suo brano “ Rolls Royce”. Ecco un breve estratto:

Tra i brani che spiccano maggiormente troviamo “1969” e “Je t’aime” quest’ultimo creato con la collaborazione di Coez. Lauro ha voluto sottolineare come abbia voluto pochi feat all’interno dell’album per renderlo il più personale possibile.

L’altro feat, quello di Simon P in “Roma”, ha un grande significato perché Simon è un compositore grande amico di Lauro ma che al contrario suo non è riuscito a trasformare la musica in un lavoro.

Inoltre Lauro ha fatto capire di apprezzare molto le voci che lo vedono come nuovo possibile giudice di X Factor sottolineando come gli farebbe molto piacere affrontare un’esprerienza del genere. ha sottolineato come questa nomina gli potrebbe fare molto piacere

Lorenzo Milella
Informazioni su Lorenzo Milella 49 Articoli
Collaboratore T&M Sport | Basket

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*