Il Muro Del Canto entusiasma Garbatella, più di 5000 spettatori per il concerto a Roma. Appena annunciate nuove date in tutta Italia

Continua il tour di presentazione di L’amore mio non more, il nuovo album de Il Muro Del Canto. La band capitolina, nell’attesissimo concerto romano del 24 febbraio, ha visto l’accoglienza di oltre 5000 persone in Piazza Sauli a Garbatella, e ora annuncia ulteriori date, tra cui un nuovo appuntamento a Roma, in programma a Largo Venue il 13 aprile.

Qui tutte le date del tour de Il Muro Del Canto.

02/03 Napoli, Mezzocannone Occupato
05/04 Magenta (MI), New! Ideal (ingresso con biglietto, solo in cassa)
06/04 Torino, CSOA Gabrio
07/04 Parma, Splinter Club
13/04 Roma, Largo Venue – nuova data
25/04 Falconara Marittima (AN), Falkatraz Festival (ingresso gratuito) – nuova data
26/04 Lecce, La Nuova Ferramenta Arci (ingresso con tessera Arci) – nuova data
27/04 San Giacomo Degli Schiavoni (CB), Bobby’s Live Bar (ingresso gratuito) – nuova data
01/06 Bologna, A Skeggia (ingresso gratuito)

L’amore mio non more è stato anticipato dal singolo La vita è una, con il videoclip impreziosito dalla presenza come protagonista di Marco Giallini nei panni del custode della Palestra Popolare del Quarticciolo. Il videoclip del secondo estratto, Reggime er gioco, vede protagonista Vinicio Marchioni.

Ecco gli artisti e i musicisti dietro Il Muro del Canto. La voce calda e profonda e i testi appassionati sono di Daniele Coccia Paifelman. La batteria, le percussioni e la voce narrante sono di Alessandro Pieravanti, che anche in L’amore mio non more è interprete e autore di due brani recitati; la chitarra acustica è quella dalle ritmiche solide e distintive di Eric Caldironi; al basso la fantasia di Ludovico Lamarra; ruvida e graffiante è la chitarra elettrica di Giancarlo Barbati Bonanni, e la fisarmonica dà voce alle melodie senza tempo di Alessandro Marinelli, che in questo disco siede anche dietro al pianoforte. Ospite insostituibile del sestetto romano, Andrea Ruggiero al violino. Alla tromba e al trombone invece troviamo Davide di Pasquale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*