La Juventus delibera l’emissione di un bond di 100-200 milioni di Euro

La Juventus vuole continuare a incrementare il proprio ritmo di crescita non solo sportiva ma anche e, forse, soprattutto, finanziaria. Estremamente significativa in tal senso la decisione presa oggi dal Cda bianconero con la quale si autorizza l’emissione entro il prossimo giugno di un bond per un valore compreso tra i 100 ed i 200 milioni di Euro al fine di stabilizzare le passività ed assicurare denaro liquido in cassa per eventuali investimenti.

L’ultimo bilancio di esercizio chiuso allo scorso 30 giugno ha rivelato un indebitamento finanziario netto pari a 310 milioni, praticamente raddoppiato rispetto a quello della stagione precedente in virtù soprattutto dell’operazione CR7 che riporta a bilancio 80 milioni annui tra lordo dello stipendio e ammortamento del cartellino. L’aumento dei costi di gestione non sarà nell’immediato coperto dagli introiti commerciali generati in conseguenza all’operazione (merchandising, marketing e licensing) o dall’incremento di quelli strutturali (nuovo contratto con Adidas da 51 milioni più bonus annui) e, pertanto, è stata presa la decisione di ottimizzare il debito, allungandone durata ed approvvigionamento, assicurando nel mentre denaro in cassa per operazioni varie tra le quali quelle legate al calciomercato.

A questo punto servirà capire quale sarà effettivamente la somma “rastrellata” sul mercato e, in particolare, quale quota di questa somma verrà destinata al debito e quale lasciata invece alla disponibilità del club. L’obiettivo resta sfondare il tetto dei 500 milioni di Euro di ricavi operativi al netto delle plusvalenze.

Antonio Rico
Informazioni su Antonio Rico 23 Articoli
Avvocato, Dottore in Scienze Politiche, Content editor per FIPAV e FIGC ed esperto in Sport Business Management

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*