Addome scolpito e pancia piatta: gli 8 alimenti da consumare per avere grandi risultati

Avere la pancia piatta sarà sicuramente il sogno di molte persone ma non tutti sanno come fare e cosa può essere efficace. Di solito avere l’addome gonfio e appannato dipende dallo stile di vita, dal non fare movimento fisico e dall’alimentazione errata .

Per ridurre il gonfiore e il grasso addominale, bisogna non far mancare al corpo questi 8 cibi:

Frutta e verdura rigorosamente di stagione: vanno benissimo gli spinaci, broccoli, zucchine, peperoni, pomodori, funghi, insalata verde e rossa ecc, mele, pere, aranci e gli agrumi in generale, fragole, ottimo l’avocado da aggiungere alle insalate o al pesce ecc.

Carne: prediligere sempre la carne bianca e limitare al minimo indispensabile quella rossa compresi gli insaccati come salame, mortadella, coppa ecc. Via libera quindi al classico petto di pollo e tacchino, coniglio.

Pesce e crostacei: possono essere mangiati in grande quantità;, in quanto anche il pesce più grasso come il salmone è ricco di omega 3 e 6, importantissimi per l’organismo. In questo caso, però evitate di aggiungere ulteriori grassi.

Uova: per avere un addome a tartaruga, sarebbe meglio mangiare solo l’albume in quanto il consumo eccessivo del rosso, il tuorlo, può contribuire ad alzare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue;

Latte: preferire il latte di cocco, magari da aggiungere a frullati e yogurt magro;

Frutta secca: fare lo spuntino a base di noci, mandorle, arachidi, noccioline, pinoli tostati al naturale può risultare infatti molto efficace perchè danno energia e sono ricchi di grassi buoni. Attenzione a non esagerare però.

Pasta, pane, riso: vanno consumati integrali ed in piccole quantità; in caso scegliere la quinoa che sebbene non sia un carboidrato ma una proteina, può essere utilizzato come sostitutivo del riso o della pasta, in quanto una volta cotto somiglia molto al cous cous.

Legumi: fagioli, ceci, lenticchie, piselli sono un alimento molto importante per il nostro organismo, preferire quelli freschi di stagione o al limite quelli in scatola o surgelati