Tendenze Varie

Oscar 2019: gli strabilianti look che hanno meravigliato e diviso l’opinione pubblica

In questi giorni si continua a parlare dei vincitori della notte più attesa, quella degli Academy Awards al Dolby Theatre di Los Angeles, e come per ogni edizione, partono naturalmente le pagelle e i giudizi per gli abiti sfoggiati sul red carpet dalle nostre amate celebrità. Gli outfits di quest’anno non hanno mancato di sbalordire, nel bene e nel male. Quali tra queste celebrità hanno lasciato il segno con eleganza divina, e quali hanno esibito look decisamente sopra le righe?  Ecco le risposte nelle prossime immagini, tra il tripudio di rosa, scintillii metal, maxi spalle e classici.

Pink Triumph: il rosa re del red carpet in tutte le nuances. Non c’è dubbio che è stato il colore più gettonato della notte degli Academy. La delicata Gemma Chan indossa una tonalità Barbie in abito lungo e molto ampio che porta il nome di Valentino. Salvando senza dubbio il collo arricciato e sbarazzino, questo vestito dalle cuciture orizzontali si aggiudica il titolo di moderno chic o di  trapunta primaverile? La bella Linda Cardellini, che ha interpretato la moglie di Tony Vallelonga (Viggo Mortensen) in Green Book, vincitore dell’Oscar come miglior film, opta per un fucsia Schiaparelli, corto davanti e lungo dietro. Tutto una rouche, forse troppo? Passiamo a Sarah Paulson: amo questa attrice ma trovo che l’abito di Brandon Maxwell non le renda giustizia. Il rosa caldo è molto bello, così come le morbide pieghe, ma le ampie geometrie a campana, per la gonna e per il corpetto/mantella, suscitano dubbi. Il candido rosa baby Atelier Versace indossato dall’ incantevole Kiky Layne è stupendo, perfetto sulla sua pelle. L’abito è stretto, lungo e liscio, con scollo per metà a cuore, che si incontra con una sorta di maxi fiocco sulla spalla: lo trovo elegantissimo,il mio rosa preferito. Persino Jason Momoa si presenta in pink, coordinato con la moglie Lisa Bonet. Tutti e due in Fendi: per lui completo in velluto rosa cipria (tutti sono impazziti per l’elastico al polso firmato dal compianto Karl Lagerfeld), per lei l’abito è della collezione Couture A/I 2019-2020, disegnato sempre da Karl. Sono una coppia davvero cool,ma posso dire che ho apprezzato solo gli stivaletti lucidi di Jason?

Metallized and Shining: il potere del luccichio vince a mani basse. La straordinaria Glenn Close manca la statuetta, ma la sua grazia e l’eleganza con cui indossa lo splendido lungo firmato Caroline Herrera, affascinano tutti. Per lei maniche lunghe, tasche e mantello con ampia coda: tutto in lamè oro. Ha dato vita a pareri molto contrastanti la dolce Emma Stone col suo Louis Vuitton in bronzo: smanicato con maxi spalle rigide a farfalla e un reticolato lucido stile rettile. Diciamo che l’ho apprezzata in ben altre occasioni. Una delle mie preferite è stata Brie Larson: indossa a meraviglia uno scintillante abito lungo pieno di lustrini argentati, con collo alto e spacco, firmato Celine. La star del Trono di Spade, Emilia Clarke, è deliziosa con il suo caschetto castano e nel lungo abito di Balmain lilla metallizzato con scollo rigido asimmetrico. La nostra amata J.Lo sceglie un abito a maniche lunghe e collo alto di Tom Ford, diventando senz’altro la regina degli specchi. Cosa ne pensate?

Total black, celeste e viola: queste regine di stile la sanno lunga. Parliamo di tre star impossibili da non citare. La meravigliosa Shallow (A Star is Born) di Lady Gaga e Bradley Cooper vince meritatamente la statuetta come miglior canzone. Lei ci regala il momento più emozionante della serata, cantando come sempre in modo impeccabile, insieme al talentuoso Bradley. La diva sfoggia un bel raccolto classico, e un abito total black di Alexander McQueen, guanti in pelle lunghi e sostegno rigido sui fianchi. Molti si aspettavano qualcosa di più stravagante e certamente hanno fatto parlare di più i suoi gioielli Tiffany: la collana, del valore di ben 30 milioni di dollari, è la stessa indossata da Audrey Hepburn per la premiere di Colazione da Tiffany. Un outfit che ha creato pareri discordanti è stato quello scelto dalla stupenda Charlize Theron. Molti l’hanno ritenuta troppo austera, io l’ho trovata bellissima ed elegante col suo caschetto color cioccolato, labbra rosso-arancio, gioielli Bulgari e abito Dior celeste a sirena, con maniche lunghe, collo alto e schiena in bella mostra. Infine c’è lei, la donna che ha interpretato la moglie di Freddie Mercury in Bohemian Rhapsody e che ha rubato il cuore di Rami Malek (vincitore come miglior attore) anche nella realtà: Lucy Boynton. Lei sorprende con una creazione Rodarte, azzardando un colore di certo non facile, il viola. Appare raffinatissima, col suo caschetto biondo e la morbidezza dell’ abito in crepe viola regale con spalle scoperte e dettagli in velluto nero.

Olivia Colman in verde scuro Prada: miglior trend per gli esperti . Le congratulazioni alla Colman per la conquista dell’ Oscar come miglior attrice protagonista per La Favorita sono d’obbligo. L’abito firmato Prada ha lasciato interrogativi nell’opinione pubblica ma per molti questo lungo smanicato a collo alto, in un’inedita tonalità verde bosco, esce vittorioso con la sua originalià e sofisticatezza. Degno di nota il maxi scialle legato sulla schiena con un grande fiocco posteriore.

La sorpresa della serata: Billy Porter. Solo l’eccentrica star di Pose poteva tirare fuori un look così inaspettato, firmato dal giovane fashion designer Christian Siriano. Che piaccia o faccia storcere il naso, la coraggiosa e perché no, simpatica scelta di questo “smoking da ballo” in velluto nero, con tanto di papillon e gonna da principessa, ha prontamente colpito tutti! Nessun altro lo avrebbe indossato con una tale attitudine da diva.

Daria Lucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *