#Calciomercato Time: Pastore-Roma, è fatta. Thohir vende. Obiettivi “top” in casa Juventus

Confermato l’arrivo in Italia di Pastore che quindi possiamo già considerare un nuovo giocatore della Roma, visite permettendo. Il “Flaco” torna in Italia dopo la buonissima parentesi al PSG e la società capitolina si assicura un pezzo pregiato del mercato estivo con un investimento di poco inferiore ai 20 milioni di euro rendendo l’eventuale addio di Nainggolan meno amaro visto che saremmo già al quinto colpo di Monchi in questo giugno infuocato dalle parti di Trigoria.

Sempre in Italia potrebbe approdare anche Aleix Vidal, ormai ai margini del progetto tecnico del Barcellona e desideroso di una nuova esperienza: per lui c’è l’Inter che rimpiazzerebbe così il non riscattato Cancelo con un esterno di dinamismo e qualità. Restando a questioni inerenti l’ambiente nerazzurro, giunge voce della volontà di Thohir di cedere la sua quota azionaria, pari al 30% dell’intero pacchetto: base d’asta 150 milioni di Euro e conferma che la sua è stata una mera operazione speculativa più che un reale progetto sportivo ma, d’altronde, era chiaro sin dall’inizio quale fosse l’obiettivo dell’indonesiano, business plan alla mano.

In casa Juventus invece tanta carne al fuoco in attesa di completare la cottura; è atteso nelle prossime ore (finalmente) il comunicato ufficiale per il tedesco Emre Can che arriva a parametro zero dal Liverpool dopo un corteggiamento quasi interminabile mentre restano opzioni sul tavolo quelle che portano il nome di Milinkovic-Savic e Morata che sono però legate alla cessione di almeno un big, tra tutti Higuain che potrebbe proprio scambiarsi la maglia con l’ex di turno; la spesa complessiva (al netto della cessione del Pipita) sarebbe di 120 milioni, cifra alta ma non impossibile per una società che vola ad oltre 550 milioni di fatturato. Tornando un po’ più con i piedi per terra, vivo è l’interesse del neo promosso in A Parma per Pepito Rossi: lo sfortunato ma talentuosissimo mancino italo-americano gradirebbe il ritorno in Emilia e sarebbe di certo non improbabile convincere Preziosi a non esercitare l’opzione sul suo rinnovo in maglia genoana.

 

Antonio Rico