Greenpeace: le immagini degli oranghi uccisi dalla deforestazione stanno sconvolgendo il mondo

Avrai probabilmente visto circolare in rete immagini di oranghi che rischiano la vita a causa della deforestazione. Finalmente tutti possono vedere quello che accade realmente: foreste distrutte e animali a rischio di estinzione, solo per permettere a multinazionali come Mars, PepsiCo, Unilever di continuare ad acquistare olio di palma a basso prezzo. Proprio così: l’olio di palma è ancora presente in gran parte dei prodotti che acquistiamo, e per produrne e vendere sempre di più stiamo distruggendo il pianeta. Le aziende in passato hanno fatto solo promesse: è ora di passare ai fatti!  È l’Indonesia il principale produttore mondiale di olio di palma. Qui le piantagioni stanno distruggendo l’habitat di oranghi, tigri e rinoceronti di Sumatra, animali simbolo di questo paese che rischiano l’estinzione.

In Indonesia il periodo tra giugno e ottobre è conosciuto come “Musim kabut”, la stagione del fumo: colpa degli incendi che vengono appiccati per distruggere torba e foreste in modo da ampliare le coltivazioni. La produzione di olio di palma è un business in continua espansione: ora le piantagioni di palma da olio stanno arrivando anche in Papua, l’ultima isola incontaminata dell’arcipelago indonesiano. Se non fermeremo in tempo la deforestazione causata dalla produzione intensiva dell’olio di palma, perderemo animali e habitat naturali per sempre. 

Unisciti a GreenPeace