Schumacher sarebbe “cosciente e non più costretto al letto”. Questa la rivelazione dei media britannici.

Una notizia diramata dal tabloid inglese Daily Mail sta riaccendendo la speranza nel cuore di milioni di appassionati di Formula 1: Michael Schumacher sarebbe finalmente cosciente ed autonomo. Questa indiscrezione, per ora non confermata, fa da eco ad altre notizie che nel corso degli ultimi mesi si sono succedute circa i miglioramenti compiuti dal Kaiser dopo il maledetto incidente sciistico sulle Alpi francesi di datato 2013 che lo ha costretto ad oltre 5 anni di calvario.

In realtà, la dichiarazione che fece riaccendere in maniera abbagliante le luci sulla vicenda risale a circa un mese fa, quando l’attuale vertice della FIA Jean Todt comunicò al mondo di aver assistito al Gran Premio del Brasile dinanzi alla Tv assieme all’amico e pupillo Schumacher, quasi un figlio per il francese che fu team principal Ferrari durante l’epopea rossa del sette volte iridato. Mesi prima, aprì la via la dichiarazione di un neurologo secondo il quale, nonostante la gravità dell’incidente e le notevoli ripercussioni cerebrali, il tedesco sarebbe potuto tornare ad una vita normale; del resto, avere la consapevolezza di quanto gli stia accadendo intorno, come sembra possibile affermare sulla sponda fornita dalla rivelazione dello stesso Todt, sarebbe il passo decisivo verso questa “normalizzazione” tanto agognata.

Su Schumi, infatti, il riserbo è pressoché totale. Dal giorno dell’incidente la famiglia si è stretta attorno al campionissimo, dedicandosi anima e corpo al suo recupero ed allestendo nella residenza svizzera nei pressi del lago Lehman un’ala dedicata con un’equipe che lo assiste 24 ore al giorno in questa tribolata marcia verso la guarigione. Il fatto che in questi mesi siano emersi sviluppi dopo il totale silenzio dei primi 5 anni, tuttavia, non può che essere un segnale forte che speriamo venga presto seguito da ulteriori e risolutive comunicazioni.

 

Antonio Rico