Tutelare gli animali: dal Canada arrivano i fuochi d’artificio silenziosi

Che sia capodanno o una semplice festa di paese, negli ultimi anni le polemiche attorno ai fuochi d’artificio sono diventate esponenziali. Tra coloro che li amano per la forza attrattiva che suscitano in chi li guarda e chi, invece, li ripugna per il rumore che generano e per lo spavento che provocano negli animali, sono sempre più spesso al centro dell’attenzione. Numerose, infatti, sono state le iniziative volte a chiederne il bando ma, non essendo questo possibile per motivi legali (ovviamente sono fuori legge solo quelli tassativamente segnati e previsti come tali), sono al vaglio varie proposte. Una di queste, forse la più realizzabile ed esportabile in tutto il mondo, arriva dal Canada dove sono stati sviluppati e incentivati fuochi d’artificio silenziosi e dall’impatto ambientale assolutamente controllato.

Lo scorso 1° luglio, per festeggiare il Canada Day, il vicesindaco di Banf, Corrie Di Manno ha approvato i giochi pirotecnici silenziosi per ridurre al minimo l’impatto sulla locael fauna selvatica. Banff è infatti una località turistica situata all’interno dell’omonimo Parco Nazionale, nelle Montagne Rocciose, dove è possibile ammirare orsi, alci, lupi grigi, cervi, bisonti e tanti altri bellissimi animali.

Chiunque ha un cane o un gatto sa bene cosa possono significare questi rumori assordanti per loro. Gli animali scappano, sono terrorizzati pur essendo al sicuro nelle loro case. Immaginate che impatto può avere tutto ciò sugli animali selvatici”, ha dichiarato un esponente dei locali ambientalisti. Che dire, speriamo che anche qui da noi venga replicata la stessa iniziativa.

Leggi anche: 14 luglio 1789, la presa della Bastiglia segna l’inizio della rivoluzione francese

Leggi anche: Bud Spencer Blues Explosion live a Roma: LiveReport + photogallery 

Leggi anche: Stay Open: nuovo singolo internazionale per Levante

Leggi anche: #BikiniSottosopra: è italiano il look super sexy dell’estate